Hugo in Argentina di Stefano Knuchel

Hugo in Argentina di Stefano Knuchel

HUGO IN ARGENTINA

di Stefano Knuchel
Svizzera, 2021, 97′, colore
Sceneggiatura: Stefano Knuchel, Marco Steiner

fotografia
Ariel Salati
montaggio
Emanuela Andreoli
musica
Zeno Gabaglio

suono
Daniele Maraniello
Riccardo Studer
scenografia
Fernanda Chali
costumi
Natalia Vacs

con
Giancarlo Giannini

produttore
Vittoria Fiumi
produzione
Fiumi Film
co-produttore
Silvana Bezzola Rigolini
co-produzione
Radiotelevisione Svizzera Italiana

in collaborazione con
CONG
Venus&Beyond
con il contributo di
Ufficio Federale della Cultura
Film Plus
Suissimage
Media Desk Suisse
Canton Ticino

Sinossi

Un promettente fumettista italiano sbarca a Buenos Aires nel 1950, con il sogno di raggiungere gli Stati Uniti, per scoprire che la sua America sarà proprio l’Argentina. Il paese lo travolge immediatamente con il suo incredibile boom economico e una scena culturale tra le più vivaci al mondo. Siamo all’alba del decennio argentino più sfrenato e il giovane immigrato sente che tutte le promesse di questo paese sono da cogliere al volo. Il suo nome è Hugo Pratt.

Note di regia

L’interesse che ho nei confronti di Pratt sin dalla mia adolescenza è dovuto alla fascinazione per una vita che credo sia stata gratificante nella realtà e intrigante da un punto di vista emotivo. Pratt ha viaggiato, creato, bevuto, fatto sesso, è stato in sella e ha danzato fino alla fine della sua vita. Pratt ha aperto porte misteriose dietro le quali ha trovato tesori che ha cercato di capire in ogni modo, mettendoli in forma di disegno. Queste scoperte esoteriche sono diventate importanti nel corso degli anni e hanno oscurato i piaceri fisici. È il viaggio misterioso di un uomo, un artista, verso un assoluto. Un viaggio per tappe, ognuna più profonda della precedente. Il mio impegno a sviluppare una trilogia sulla vita di Hugo Pratt corrisponde quindi a un bisogno profondo, un tentativo di sperimentare un’evoluzione umana

Biografia del regista

Stefano Knuchel (Locarno, 1966) ha trascorso la sua infanzia viaggiando in Europa con la famiglia. Ha studiato da autodidatta, musica, recitazione e danza. Nel 1987 si diploma come arrangiatore di Big Band al Conservatorio di Friburgo. Nel 1988, diventa deejay per la radio svizzera in lingua italiana Rete 3. Nel 1998 passa alla Televisione Svizzera come autore e presentatore di programmi sperimentali. Inizia a lavorare come critico. Nel 2004, fonda la società di produzione Venus and beyond e dirige il suo primo documentario, Nocaut, presentato al Festival di Locarno (Settimana della Critica). Il primo documentario della trilogia su Hugo Pratt, Hugo en Afrique, è stato selezionato nel 2009 alla Mostra del Cinema di Venezia (sezione Orizzonti). Segue Quand j’étais Cloclò (2017) un documentario autobiografico in cui racconta la tragicomica avventura errante della propria famiglia.

Filmografia

2021 Hugo in Argentina (doc)
2017 Quand j’étais Cloclò (doc)
2011 Projet Corrida (doc)
2009 Hugo en Afrique (doc)
2007 Locarno 60 (doc)
2005 Paint Me a Life (doc)
2004 Nocaut (doc)